ALPINISMO SCIALPINISMO ARRAMPICATA TREKKING TRAIL-RUNNING

 


Altra® camminata naturale

Tarahumara, una tribù di superatleti?
Anche noi siamo fatti per correre ma è importante 'apprendere' la corsa
e adottare scarpe che non alterino la natura dei nostri piedi.
Corri meglio per evitare infortuni.
Scopri gli esercizi con la tavola propriocettiva per capire e migliorare
la funzionalità di piedi, caviglie, ginocchia e schiena.
Una consapevolezza che aiuta a prepararsi anche
per lunghi avvicinamenti e trekking impegnativi.

 

 

 
__________________________________________________clicca sul video, per i sottotitoli

 

 

Proprio come in altri sport, anche per correre, è meglio imparare una tecnica efficace e a impatto ridotto.
È importante imparare un metodo di corsa collaudato, efficace e sicuro per evitare infortuni e correre più velocemente con meno sforzo. Anche se siamo nati per correre, il nostro corpo deve essere educato per essere davvero efficiente.

Il piede umano è un capolavoro di anatomia. È concepito per assicurare stabilità e velocità. Lasciamo che sia il nostro piede a determinare la forma della scarpa, evitiamo scarpe caratterizzate da punte affusolate che schiacciano le dita dei piedi, allontanandole dalla loro posizione originale ed aumentando il rischio di alluce valgo, piede a martello e fasciosi plantare. Soprattutto se spesso usiamo scarpette da arrampicata o scarpe rigide o scarpe con il tacco alto.


__________________________________________________clicca sul video, per i sottotitoli


 





Le basi della tecnica di corsa secondo gli esperti ALTRA®.


Durante la corsa, il corpo deve essere in posizione eretta, bilanciato e sporgere in avanti.
Occorre mantenere la postura corretta e la schiena dritta.
Il petto deve spingere leggermente in avanti.

Le mani devono rimanere vicino al petto, effettuando un'oscillazione corta e contenuta.

Spingere indietro le braccia e rilassarle portandole in avanti, oscillando lateralmente il meno possibile; i gomiti non devono arrivare mai davanti al tronco, a meno che non si corra a velocità molto sostenuta.

I piedi devono poggiare sul terreno in linea con le ginocchia piegate, mentre la gamba inizia a spostarsi indietro sotto al corpo. Anche se il piede poggia sul terreno in posizione leggermente avanzata rispetto al corpo, si avrà la sensazione che si trovi esattamente sotto di esso.
 

Molti atleti professionisti appoggiano tutta la superficie del piede sul terreno nello stesso momento (appoggio del mesopiede). Tuttavia, a seconda delle caratteristiche genetiche, del tipo di scarpe indossate e della superficie su cui si corre, si può appoggiare l'avampiede o più leggermente possibile il tallone. L'appoggio del piede deve essere leggero e rapido, con una cadenza di circa 180 passi al minuto. Correre a piedi nudi può aiutare molto a comprendere e padroneggiare questa tecnica.

Quando è impossibile correre scalzi occorre una scarpa che non interferisca con la perfezione della nostra anatomia,
che lasci semplicemente che il piede svolga la propria funzione.


Noi abbiamo scelto ALTRA® perché ci sembra rispondere a questi requisiti
- Stabilità
- Elevato grado di ammortizzazione
- Avampiede ampio che consente al piede di muoversi liberamente come la natura avrebbe previsto
- Tallone non rialzato che non altera la naturale postura della colonna e la biomeccanica di piedi, caviglie, ginocchia, bacino e colonna
- Leggerezza
- Elevato grado di traspirazione
Qui nel nostro sito puoi cercare le scarpe Altra® ZeroDrop™, cioè con tallone non rialzato, più adatte per te: molto ammortizzate per i principianti o più performanti per i podisti allenati.
La punta FootShape™ all'inizio sembrerà troppo larga sull'avampiede. Può esserci più spazio di quello a cui si è abituati, ma grazie ad esso il piede sarà più rilassato e forte.

Se la misura è giusta, è probabile che le scarpe sembrino "troppo grandi" per i propri piedi, tuttavia rimangono ben salde dall'avampiede al tallone. La maggior parte delle persone si abituano a questa sensazione in poche ore o in pochi giorni. Una punta corretta può aiutare ad eliminare unghie nere, vesciche e affaticamento del piede.

Partecipa ad una lezione di tecnica di corsa, riprenditi in un video, osserva podisti di livello internazionale o impegnati a fondo per perfezionare la tua tecnica di corsa. È inoltre consigliabile rinforzare i piedi. Esercizi quali raccogliere una salvietta con le dita dei piedi, restare in equilibrio su un piede e

correre a piedi nudi aiutano a sviluppare piedi forti e dinamici.
È importante non esagerare, ascolta il tuo corpo, In caso di disagio o di dolore muscolare eccessivo, riduci la percorrenza o l'intensità dell'allenamento in modo che il corpo disponga del tempo necessario per adattarsi.

La tavola propriocettiva
 
Come da Wikipedia, "la propriocezione è la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio e lo stato di contrazione dei propri muscoli, anche senza il supporto della vista. La propriocezione assume un'importanza fondamentale nel complesso meccanismo di controllo del movimento."
L'allenamento propriocettivo è dato da un insieme di esercizi che creano situazioni di instabilità, allo scopo di attivare la muscolatura velocemente e correttamente per recuperare l'equilibrio nel minor tempo possibile e mantenerlo; migliora l'equilibrio e la funzionalità dei muscoli.

Le esercitazioni propriocettive, devono essere eseguite evitando di indossare le scarpe; per intensificare ulteriormente l'allenamento è possibile eseguire gli esercizi ad occhi chiusi.

La tavola propriocettiva, insieme a bouncer, dischi, palle, trampolini, resizer etc., fa parte degli attrezzi che è utile usare per questo allenamento.

Informazioni su esercizi e tavoletta si reperiscono facilmente in internet.

 

 

 

       
 


...un testo per approfondire >>

...e tre video:

   
 

 

 

RONCO ALPINISMO s.n.c. - Corso Monte Grappa, 31 - Torino - e-mail info@roncoalpinismo.it

HOME PAGE
AKU - ALPINA - ALTRA - ARC'TERYX - ATK - BLACK CROWS - BLACK DIAMOND - BOLLE' - BUFF
- CAMELBAK - CAMP - CASSIN - CÉBÉ - CMP - CRAZY IDEA - DEUTER- DPS - FIVE-TEN - GRIVEL - HIDRAPACK
- JETBOIL - KARPOS - KEEN - LANGE - LA SPORTIVA - LEKI - LOWA - LOWE - MAMMUT - MEINDL - METOLIUS -
MOUNTAIN EQUIPMENT - ODLO - OSPREY - PETZL - RAIDLIGHT - REUSCH - REWOOLUTION - SALICE - SALOMON - SCARPA -
SEA TO SUMMIT - SKITRAB - SUUNTO - TEVA - THORLO - TOKO - TSL -TUBBS - VAPUR - X-BIONIC - X-SOCKS



site by www.silviamoiraghi.it
© 2002-2017 Ronco Alpinismo